Cos’è il Mood Board?

Top view of architects/ interior designer hands working with tablet computer, material sample on desk

Premessa

Quando eravamo studenti di Architettura ci hanno insegnato tante belle cose, peccato che poi nella realtà di tutti i giorni si vanno a dimenticare, non tanto per una nostra ridotta capacità a ricordarle, ma soprattutto perché si corre troppo velocemente, e non si fa più ciò che non viene compreso dal cliente. Ma forse è anche colpa nostra che come architetti non spieghiamo più al cliente ciò che è utile fare.

Nelle migliori delle ipotesi gli architetti con clienti di fascia alta, forniscono questo tipo di analisi.

Perché mai gli altri utenti non possono godere di tali benefici? Semplice. Molto spesso in Italia la consulenza viene marginalizzata a semplice consiglio, e quindi come tale si ritiene che pagare per dei consigli sia superfluo.

In Easy Home Milano (www.easyhomemilano.it) ritenendo che non è sempre possibile effettuare delle Mood Board per ogni cliente, abbiamo pensato bene di trovare una soluzione che dia la possibilità di dare a tutti una Mood Board, ma che non risulti necessariamente un costo in più. Come? Semplicemente industrializzando il processo. Mi spiego. Abbiamo redatto e raccolto una serie di Mood Board che il cliente potrà scegliere con quello che ritiene essere più vicino al suo gusto.

Ha senso fare un catalogo di Mood?

Top view of architects/ interior designer hands working with tablet computer, material sample on desk

Ovviamente si. Dopotutto i trend omologano le masse di consumatori, tanto nel design, quanto nei prodotti elettronici vedi la telefonia. Nessuno si scandalizza se la sua bellissima Audi o Iphone lo hanno anche altri milioni di clienti. Giusto? Allora perché mai ci si dovrebbe scandalizzare ad usare una Mood Board preconfezionata? Anche le auto, un gioiello, un telefono, un vestito che compriamo è comunque un prodotto di serie. Quindi i gusti e i trend, anche quelli di lusso, sono facilmente raggruppabili in gruppi di stile.

Definizione

Torniamo alla Mood Board e svisceriamo il suo significato 

Mood (inglese) = Umore. Ma per noi architetti ha un senso più ampio, come atmosfera, suggestione, stile e quindi identità.

Board (inglese) = Tavola

Quindi Mood Board è una tavola che riassume la tendenza, lo stile, l’atmosfera che si respirerà in un ambiente. Una tavola che riassume, ma anche che ispira noi progettisti quando si è difronte a un problema, dove basterà quindi consultarla per trovare nuove soluzioni. Questa tavola servirà anche al cliente stesso, per potersi ispirare sui futuri acquisti di accessori, casalinghi, tappetti o altro.

La Mood Board è un insieme di immagini, oggetti, palette colori, che rievocano le fonti di ispirazione che un architetto deve tenere a mente nel progetto. Ma deve essere anche la traccia che il cliente da all’architetto affinché la casa rappresenti il cliente stesso. E’ una rappresentazione visiva dell’identità del progetto, ma soprattutto dell’identità del cliente.

La Mood Board è una tavola apparente semplice e funziona con meccanismi psicologici e associativi. Se dovessi chiedere a parole alcune informazioni al cliente occorrerebbe troppo tempo. Infatti nella Mood Board si usano le immagini, molto più veloci e pratiche nella loro interpretazione. Sarà poi la bravura e l’intuito dell’architetto a tradurle velocemente.

Valore invisibile

So bene che i clienti, di primo acchito, non capiscono il valore della Mood Board. Eppure una casa che segue una Mood Board lo si percepisce senza nemmeno accorgersi. La mente e la percezione visiva leggono cose, senza che nemmeno che ve ne rendiate conto. Così come appendere dei quadri su una parete in modo casuale o con un ordine nascosto, sappiate sempre che la nostra percezione percepirà un senso di comprensione oppure di disagio. Esattamente lo stesso avviene con la Mood Board, dove voi o i vostri ospiti avvertiranno un senso di agio, comprensione, di comfort della casa.

L’aiuto di Pinterest

Riteniamo sia un valido strumento per la redazione della Mood Board e per le ispirazioni. Ma è un pò come mettere una Ferrari in mano a chi non ha la patente. Le immagini vanno interpretate e tradotte in scelte progettuali, prodotti e accostamenti. Guardare un’immagine non è sufficiente se poi non la si sa tradurre nel caso specifico di casa vostra. Infatti i clienti che si improvvisano a farsi guidare dalle immagini di Pinterest rischiano di accozzare insieme dai capolavori orribili. Non basta fare un salva con nome di un’immagine e consegnarla all’impresa edile per poi farla realizzare. Anche perché ogni singola ispirazione, va poi tradotta caso per caso, o magari esistono soluzioni migliori, più economiche o più appaganti. E siamo proprio sicuri che avete le competenze per migliorarla?

Quali Vantaggi?

  • Ispirazione per il cliente ad individuare lo stile che lo rappresenti
  • Ispirazione per l’architetto per scelte di finiture, di progetto
  • Velocizza il progetto (contrariamente a quanto si pensi)
  • La Mood Board è fondamentale per la scelta degli arredi, delle finiture, colori, pavimenti e rivestimenti, accessori, sanitari e casalinghi. Anche i venditori negli showroom sapranno consigliarvi in modo veloce ed efficace se hanno una Mood Board di riferimento

Conclusioni

Solo vantaggi dalla Mood Board. Richiedetela. Ovviamente oltre che averla occorre poi anche un bravo architetto che sappia interpretarla a dovere, perché la Mood Board viene definita insieme al cliente. Se non ve la propongono comincerei ad avere dei dubbi di quel professionista. Come detto poco fa molti professionisti richiedono un compenso a parte.
In Easy Home Milano abbiamo risolto il problema ed è inclusa nelle prestazioni.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...